Up
carousel below
carousel above
Benvenuto su I.I.S. Fazzini-Mercantini
logo
Scuola Amica - unicefEcdl
Caffe 360Ombudsman delle MarcheeTwinning

Nuovi corsi dall'a.s. 2017-2018: Informatica - Trasporti e Logistica

Grafica e Comunicazione in corso di autorizzazione regionale

Progetto MACRO AREA


Artistica

Laboratorio creativo di sostegno 2014-2015

L'alcol ti rende schiavo - Cambia musica

Sinossi

Un gruppo di ragazzi balla dentro una sala: sembrano robot schiavizzati. Prendono ordini da una bottiglia gigante che dice: "Ballate, Bevete, Divertitevi, Sorridete!" Fuori dalla sala un ragazzo cammina ascoltando musica con l'ipod. Entra e resta stupito dal comportamento degli altri ragazzi, ma poi capisce che dipende tutto dalla musica e dalla bottiglia e decide di aiutarli...

 alcol_ti_rende_schiavo_copertina

 L'alcol ti rende schiavo (Video)

Concorso "Regoliamoci" 2014-2015

A che servono le mani pulite se le si tengono in tasca?
(Don Lorenzo Milani)

miniatura mani in tascaEdoardo, Elisa, Elisabetta, Federica, Francesca, Luigi, Martina, Michaela e Shiila del Liceo delle Scienze Umane, sono stati premiati il 5 Giugno a Roma al Ministero, per aver partecipato al bando nazionale di Libera ''Regoliamoci” con il video “Mani in tasca o mani in pasta”. Hanno ottenuto un ottimo riconoscimento perché ci sono stati solo 3 finalisti per ogni sezione su oltre 500 scuole di ogni grado, dall'infanzia alle Superiori.
Con il loro video sulla corruzione hanno voluto con ironia rappresentare i dubbi, le percezioni e le false rappresentazioni  dei media “spazzatura” e del senso comune dei  giovani “indifferenti”. “Io né corrompo né sono corrotto, della faccenda non mi interessa”; con questa frase nel video si rappresenta la tipica reazione di  indifferenza dello studente medio di fronte a temi di vitale importanza come quello della corruzione.  La clip, molto applaudita, è salita sul podio dei finalisti ed è stata più volte citata dall’appassionato discorso finale di Don Ciotti. Gli alunni e le alunne, insieme alla professoressa Angela Mary Pazzi e all’assistente tecnico Roberto Iotti, sono stati premiati dal prof. Nando Dalla Chiesa, vice-presidente onorario di Libera .
Il premio vero, che i ragazzi hanno portato a scuola oltre alla targa, sono state le parole di Don Ciotti: ''Lavorando assieme avete trasformato la denuncia nel 'noi'. Bisogna vivere, non dovete lasciarvi vivere e farvi travolgere dalle cose che non vanno bene. E' il 'noi' che vince, 'noi' dobbiamo essere il cambiamento''.
E in questo processo il ruolo della scuola è, secondo Don Ciotti, fondamentale. Per questo, ha concluso, bisogna ''riprendere a investire contro la dispersione''.

Mani in tasca o mani in pasta? (Video)


Progetto Teatro 2011-2012

Il sogno


Progetto Teatro

Le voci di fuori

lo spettacolo si farà?Io sono

 

Descrizione progetto

Progetto cinema 2009-2010

Una sirena d'allarme per il mare

sirena

Il tema approfondito quest'anno dal gruppo del progetto cinema è stato quello del mare nella sua problematica dell'inquinamento dovuto a comportamenti scorretti dell'uomo. L'idea ha preso spunto dall'invito a partecipare ad un importante concorso nazionale rivolto agli alunni delle scuole di secondo grado per sensibilizzarli alla salvaguardia di un patrimonio così prezioso ed in pericolo. Il gruppo cinema ha prima analizzato le conseguenze di comportamenti quali gettare in mare lattine, plastica e rifiuti di vario genere. Poi, l'idea di una sirenetta sofferente perché imprigionata tra i rifiuti ha incarnato il messaggio finale che questo spot-cortometraggio ha inteso trasmettere. In effetti basta il semplice gesto di differenziare i rifiuti raccogliendoli negli appositi contenitori per riuscire a preservare un patrimonio così importante che appartiene a tutti e di cui tutti sono responsabili.
Le riprese sono state tutte effettuate all'aperto, in spiaggia, presso uno stabilimento balneare di Grottammare, sul Lungomare Marino. Il lavoro è stato realizzato, come per ogni altro spot del progetto cinema, grazie al contributo di Fabrizio Leone dell'Associazione Culturale “Blow Up” di Grottammare, del tecnico di laboratorio dell'IIS Fazzini-Mercantini Roberto Iotti e della prof.ssa Marcella Leone, responsabile del Progetto Cinema. Gli alunni, che hanno svolto le funzioni di sceneggiatori, attori e registi in modo encomiabile, sono stati: Gioia Abate, Victoria Esposito, Samantha Ficcadenti, Giorgia Fulgenzi, Diana Iuliucci, Claudio Luciani, Sara Moretti, Cristina Sciarra, Miriana La Pietra, Silvia Costanzi, Miriam Fiorenza, Giulia Volponi, Michela Barboni, Ilaria Consorti, Brenda D'Angelo, Camilla Scartozzi.

Sinossi: Un ragazzo in spiaggia, mentre contempla il mare con aria sognante, vede apparire sugli scogli una sirena imbruttita e sfigurata da un cumulo di rifiuti cosparsi su tutto il suo corpo. Si dirige verso di lei, la prende in braccio, la porta sulla spiaggia, la pulisce e differenzia tutti i rifiuti che la cospargono. Quando torna dalla sirena dopo aver gettato l'ultimo rifiuto non la trova più, la cerca e la vede di nuovo sugli scogli e poi in mezzo al mare che lo saluta insieme ad altre sirene, lo ringrazia e scompare. Il ragazzo se ne va: è stato solo un sogno?

una sirena d'allarme per il mare (Video)

Progetto cinema 2008-2009

0 Negativo 10 e lode

negativo 10 e lodeL’idea è nata da un felice incontro fra il tema affrontato quest’anno per quanto riguarda l’”Educazione alla salute” (referente prof. Foglia – “L’importanza della donazione di sangue”) e il consueto laboratorio di Cinema dell’Istituto.
Come ogni anno, dopo la parte teorica del corso di “Educazione all’immagine” contenuto nel Progetto Cinema, si è passati alla realizzazione di un cortometraggio che vertesse su un tema vicino al mondo dei giovani, ma che avesse anche una finalità educativa.
Niente di meglio, quindi, del tema proposto dal prof. Foglia: “LA DONAZIONE” che gli alunni hanno tratto in tutti i suoi aspetti: l’amore, l’amicizia, l’altruismo, la solidarietà, la donazione di sangue.
Con fantasia e tanto senso dell’humor il risultato finale è stato” ispirato alle comiche di B.Keaton e C.Chaplin e strutturato come un “musical” fuori dall’ordinario, rigorosamente in playback, che termina in stile Karaoke sul messaggio finale da trasmettere soprattutto a degli adolescenti.

Il prof. Fabrizio Leone, esperto di cinema dell’Associazione Culturale Blow up, ha curato la docenza del corso di Educazione all’immagine e tutte le fasi pratiche della realizzazione del cortometraggio. La prof. Marcella Leone ha coordinato tutte le attività, organizzato gli incontri e partecipato alle fasi di progettazione e realizzazione del corto. Il tecnico Roberto Iotti ha partecipato a tutte le fasi di progettazione e realizzazione pratica del video, suggerendo soluzioni opportune ai vari problemi tecnici che si presentavano. In tutto questo, però, sono stati gli alunni ad essere i veri protagonisti in ogni fase della progettazione alla realizzazione del cortometraggio.

0 Negativo 10 e lode (Video)

Progetto cinema 2007-2008

Biancaneve e una mela da favola

biancaneve e una mela da favolaSi è scelto di affrontare il tema di una corretta e consapevole alimentazione attraverso la parodia di una favola universalmente conosciuta: “Biancaneve e i sette nani”.
Dando per scontate le buone scelte alimentari di base (privilegiare frutta e verdure, non eccedere con i grassi, evitare i cibi troppo elaborati, ecc.) si è voluto lanciare il messaggio più mirato del “mangiare biologico”. Infatti, la Strega di Biancaneve non sceglierà di avvelenare  con le sue pozioni magiche la mela, poiché quella che ha ricevuto i trattamenti raggiunge perfettamente lo scopo. I nanetti col marchio BIO sul cappello offrono a Biancaneve la mela giusta, cioè una mela biologica (an organic apple).
Con lo slogan finale “Mangia biologico e vivi da favola” termina lo spot sul sorriso e l’occhiolino che Biancaneve fa mordendo la mela Bio.
Lo spot è risultato, oltre che educativo, divertentissimo da girare; i ragazzi si sono adoperati con creatività e ingegno affinché il risultato fosse soddisfacente ed il messaggio convincente.

Biancaneve e una mela da favola ()

Primo premio “Bio & Tipico”

Progetto cinema 2006-2007

Datti una regolata

datti una regolata

“Fai centro. Butta via il peggio di te!” è lo slogan finale del video spot in stile “Pubblicità Progresso” sull’importanza di non inquinare e di gettare rifiuti.

Il video “Datti una regolata!” girato durante il laboratorio di realizzazione cinematografica coordinato per il secondo anno consecutivo da Fabrizio Leone, esperto di cinema dell’Associazione Culturale Blow up, è risultato finalista dell’edizione 2007 del Premio Libero Bizzarri. Dopo il successo del video “Rewind” sulle conseguenze dell’abuso di alcol tra i giovani, che ha vinto, tra l’altro, un importante riconoscimento della Polizia di Stato, quest’anno i ragazzi delle sezioni turistico e geometri hanno realizzato un avvincente spot pubblicitario che richiama i giovani al rispetto delle regole di base dell’educazione per una civile convivenza.

Questi i nomi degli alunni partecipanti al Progetto Cinema che hanno scelto di ridicolizzare e tentare di arginare il malcostume dilagante del non-rispetto inteso sotto le più svariate forme: Gianluca Adamo, Bianca D’Aiola, Ilaria Isopi, Valentina Leli, Serena Palmarini, Selene Re, Bianca Santoni, Cristina Silvestini, Martina Tremaroli, Alessia Troli, Federica D’Emidio, Chiara Attili, Emilia Brandi, Paola Gasparretti, Antonietta Aubert, Davide Coccia, Elisa Colletta, Mario Di Lorenzo, Francesca Fiori, Paola Ruotolo, Giorgia Sebastiani, Valentina Simonelli, Luisa Stefania, Martina Trevisani e Federica D’Urso.

Datti una regolata (Video)

Progetto cinema 2005-2006

REWIND

rewindCOME E’ NATO LO SPOT “REWIND”

L’obiettivo didattico legato al corso di educazione all’immagine cinematografica è stato quello di costruire un film utilizzando le tecniche ed i linguaggi analizzati durante le lezioni.
L’obiettivo educativo è stato offerto dal tema scelto per la sceneggiatura, relativo alla sicurezza stradale fra i giovani.
 Il problema degli incidenti  del sabato sera, causati dall’alcool che si consuma in discoteca, ha suggerito la storia di Francesca e Massimiliano, che riesce a non essere tragica solo grazie ad un REWIND. Ma la realtà non torna indietro, ed è questo il messaggio che lo spot propone, insieme all’esortazione a non perdersi in un bicchiere d’alcool per poter godere pienamente di ciò che la vita può offrire.

Il laboratorio di realizzazione cinematografica è stato curato da Fabrizio Leone, esperto di cinema dell’associazione culturale “Blow up” di Grottammare, che opera da anni sul territorio per la diffusione dell’”Educazione all’immagine” nelle scuole.
Dopo aver affrontato le quattro tematiche di base dell’inquadratura, della sceneggiatura, del montaggio e del sonoro, i ragazzi si sono messi all’opera.
Con la mente prima, per lo spunto tematico, la scaletta e la sceneggiatura; e col corpo subito dopo, essendo stati chiamati in causa in prima persona, oltre che come attori, per le riprese e per il montaggio, così come per la scelta delle musiche (molto dibattuta), del sonoro e dell’aspetto grafico dello spot prodotto.
Le scene girate in discoteca (il SUGO di Grottammare) sono state fatte capitare il giorno della “Festa degli istituti”, quindi tutta la scuola ha partecipato al film, più o meno consapevolmente.
Un’alunna gentile ha messo a disposizione la sua bella casa con due bagni e due camere da letto per girare gli interni (un intero pomeriggio).
Le scene per strada sono riuscite benone grazie alla creatività degli attori e del tecnico di laboratorio (Roberto, uomo spericolato).
Ma il volo della borsetta è stata forse la trovata più felice ed infelice al tempo stesso, viste le enormi difficoltà di tutti coloro che si sono cimentati nelle riprese dell’ogiva della borsetta. Chi ci è riuscito? Ma proprio lei, l’attrice, la star-ragazza-tutto-fare nonché reale proprietaria della famigerata borsettina d’oro.

La responsabile del progetto cinema
Marcella Leone

REWIND (Video)

logo_pon
logo_erasmus
  • Da Dicembre 2013
  • ---
    Visite
    ---
    Visitatori
    ---
    Pagine
albo
circolari
amministrazione trasparente
  • News
  • 16/12/2017Assemblea sindacale RSU del 19-12-2017: Contratto Integrativo d'Istituto 2017-2018
  • 15/12/2017Circolare n. 110 - Incontro Aula Magna POLIZIA POSTALE - UNA VITA DA SOCIAL
  • 14/12/2017Circolare n. 109 - USCITA DIDATTICA - BTSCHOOL - ASCOLI PICENO 18-12-2017
  • 14/12/2017Circolare 108 - Rappresentanti di classe in Aula LIM il 16 dicembre 2017
  • 14/12/2017Comunicazione di servizio 24 - Convocazione Collegio Docenti e personale ATA
  • 14/12/2017contingente 2017/2018 RSU
  • 14/12/2017Circolare 107 - Assemblea sindacale RSU d'Istituto il 19 dicembre 2017
  • 14/12/2017Convocazione riunione periodica sicurezza
  • 13/12/2017Dispositivo del DS - Bonus premiale docenti 2016-2017
  • 13/12/2017Circolare n. 106 - Uscita didattica centro storico di RIPATRANSONE - 15-12-2017
Realizzazione N. Paolini